NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Lectures

Negli ultimi 10 anni abbiamo assistito a una rivoluzione copernicana nel trattamento del carcinoma ovarico avanzato e, grazie all’introduzione di farmaci biologici quali anti-angiogenetici e PARP-inibitori (PARP-i), la sopravvivenza a 5 anni delle pazienti con stadi avanzati è aumentata al 50%.

In questa presentazione vengono riassunte le principali evidenze scientifiche e approfondito il ruolo di lenalidomide nel trattamento di alcune forme di linfoma non-Hodgkin: il linfoma diffuso a grandi cellule B, il linfoma mantellare, il linfoma follicolare e il linfoma a cellule T.

Circa il 60% delle diagnosi di tumore viene effettuato nella popolazione anziana e per questo motivo il carcinoma mammario in fase avanzata assume sempre maggiore rilevanza epidemiologica nella paziente anziana. L’estrema eterogeneità di questa popolazione e la limitata presenza di dati sugli anziani derivanti da studi clinici richiede una sempre maggiore attenzione nel corretto inquadramento di questo gruppo di pazienti.

L’adenocarcinoma duttale del pancreas rimane una malattia “difficile” nei suoi aspetti sia diagnostici sia terapeutici. Negli ultimi anni però, seppure lentamente, si stanno aprendo spiragli che rendono più ottimisti verso un possibile controllo di questa neoplasia.

Il paziente con carcinoma della prostata è oggi un paziente con una lunga sopravvivenza, per cui alcuni aspetti che incidono sulla qualità di vita assumono una crescente importanza.

Inoltre, la terapia ormonale adiuvante effettuata nella fase di ormonosensibilità e la sua prosecuzione in associazione con i nuovi farmaci nella fase di ormonoresistenza, comportano una serie di alterazioni metaboliche. Tra le più frequenti e importanti alterazioni, vi è un aumento del rischio fratturativo e la sarcopenia, che oltre che sulla qualità di vita impattano anche direttamente sulla sopravvivenza.

DS-8201 (trastuzumab deruxtecan) è un anticorpo anti-HER2 coniugato con il farmaco citotossico analogo della camptotecina DXd che svolge potente attività anti-topoisomerasi I.

Questa raccolta di casi clinici vuole essere uno strumento semplice e didattico per confrontarsi sulla cura delle pazienti con tumore dell’ovaio e per discutere insieme le scelte terapeutiche, anche capendo come sempre più la cura di questa malattia presenti zone d’ombra in cui il giudizio del clinico e la conoscenza della storia naturale della malattia possono fare la differenza.

Il tumore dell’ovaio, da tutti definito il big killer tra i tumori ginecologici, non ha fatto registrare un significativo aumento della sopravvivenza globale negli ultimi 40 anni per una serie di motivi, tra cui la mancanza di uno screening efficace e l’errata convinzione culturale che il tumore dell’ovaio fosse una singola malattia che andasse curata con le stesse regole, mentre oggi sappiamo che si tratta di almeno cinque tumori diversi con storie naturali, possibilità di rispondere ai trattamenti ed evoluzioni cliniche completamente diverse.

Il tumore dell’ovaio, da tutti definito il big killer tra i tumori ginecologici, non ha fatto registrare un significativo aumento della sopravvivenza globale negli ultimi 40 anni per una serie di motivi, tra cui la mancanza di uno screening efficace e l’errata convinzione culturale che il tumore dell’ovaio fosse una singola malattia che andasse curata con le stesse regole, mentre oggi sappiamo che si tratta di almeno cinque tumori diversi con storie naturali, possibilità di rispondere ai trattamenti ed evoluzioni cliniche completamente diverse.

Nell’ambito del trattamento del carcinoma renale (RCC) avanzato, nell’ultimo decennio sono state approvate numerose terapie a bersaglio molecolare che hanno contribuito a migliorare la sopravvivenza dei pazienti.

Pagina 1 di 4

Accesso Utenti

Inserisci i tuoi dati di accesso. Se non li possiedi premi su "Registrati" per iniziare la procedura di creazione account.

Crea la tua presentazione

Entra nell'ambiente My Key slides e segui le istruzioni per costruire una tua presentazione Powerpoint™ utilizzando le diapositive di tutti i numeri disponibili di Key slides in oncologia.

Entra in My Key slides

Accesso Utenti

Inserisci i tuoi dati di accesso. Se non li possiedi premi su "Registrati" per iniziare la procedura di creazione account. Attenzione: se sei già registrato in uno dei servizi on line di AccMed (www, FAD, ASKit, KeyTrials, KeyPapers, ASAP, …) puoi utilizzare i dati di accesso già in tuo possesso.